Interaction design

Conseguenza dell’effetto due o più oggetti l’uno sull’altro

Interaction design, filone della HCI (human computer interaction), è la comprensione delle caratteristiche degli utenti e dei loro bisogni e del suo linguaggio, le componenti abituali e le procedure di interazione con la macchina.

S’avvale del contributo di discipline diverse come la sociologia, la psicologia, le scienze sociali, l’ingegneria, ergonomia, grafica, industrial design, comunicazione, l’informatica […] per sviluppare modelli e rappresentazioni che possano rispondere a tali bisogni.

Interaction o interazione è la conseguenza che si verifica quando due o più oggetti hanno un effetto su uno all’altro.

Norman identifica le fasi principali nell’interazione utente-calcolatore:

  • formulare l’obiettivo,
  • formulare l’intenzione,
  • identificare l’azione,
  • eseguire l’azione,
  • percepire lo stato del sistema,
  • interpretare lo stato del sistema,
  • valutare il risultato rispetto all’obiettivo.

L’analisi dei compiti è un principio fondamentale per capire gli utenti, strutturare le interfacce e consentire tali compiti nel modo più immediato e intuitivo possibile.

Il progettista dell’interazione ha il compito di strutturare:

  • la Navigazione,
  • la scelta e ricerca,
  • l’azione sui contenuti,
  • personalizzazione del formato,
  • azione tramite funzionalità,
  • la simulazione,
  • la comunicazione interpersonale,
  • la partecipazione e cooperazione.
Annunci